“Tu mi hai abbandonato

e ti sei allontanato

ma io che sono rimasta

ti ho sostenuto

affinchè tu possa volare come una farfalla nel tuo mondo insanguinato”

Sayat Nova in “Il colore del melograno”, di Sergei Parajanov.

Cara me,

oggi ti svegli in questo letto, la camicia aperta, i capelli come cuscino, le vene delicate e azzurre che stillano la luce sottile dalla finestra, il sudore che batte profumato sulle tempie, la fronte corrugata, i pensieri ancora resi mansueti dal sonno. Tu sei fuoco che cerca l’acqua e la trasparenza nell’altro, i tuoi vestiti sono bianchi, sei la luce diafana che si riflette nel tuo pensiero di cristallo. Il ricordo della sua voce cremosa e calda ti culla un po’ e nell’ombra della distanza si fa luce più vivida, quella della memoria. In fondo è la memoria l’aroma dell’assenza. Vedi, cara me, il tuo fondo solido ed asciutto, il tuo succo, è l’equilibrio conquistato pur nella tensione tutta romantica di ritrovarti in qualcuno. Non avrai difficoltà a traslocare di nuovo dentro di te da un’altra casa, un altro cuore. Non puoi andare, restando, non puoi crescere, rimanendo. Una volta che questo succederà passeranno le noie, i fastidi. Il dolore nasce non dalle cose ma dal modo con cui ti opponi e resisti ad esse. Se nell’ultimo tempo ti sei preoccupata troppo di vita non tua, è tempo che siano le cose a prendersi cura di te, perché realizzarti nuovamente, mettere in circolo nuove energie, spesso non coincide col desiderio verso l’altro che può allontanarti da te stessa. Ogni avvenimento, bello o brutto che sia, ha un organo per superarlo, ricordi? L’organo per superare questa fase è l’olfatto: impara ad odorare nuove persone. Ogni persona è un profumo, conoscerne di nuove è questione di sopravvivenza. Se hai penato per poco amore lascia che siano le cose ad amarti e a stringerti, come in un abbraccio rotondo. Quell’abbraccio sia il centro del tuo cerchio, la tua fede, il tuo nuovo anello. Non darti più tutta, affinché qualcosa non si porti dietro tutto il tuo mondo, andando via. Tu sei il tuo mondo, impara, sei la forma rotonda in cui tutte le cose sono implicite.

Si ringrazia:

CRISTIAN home per letto Brera www.cristiansrl.it

Campomarzio70 per Baccarat Rouge 540 – Maison Francis Kurkdjian Eau de Parfum. http://www.campomarzio70.it/it/

Lampada ELENA Atelier lonardodellarpa - http://www.lonardodellarpa.com/

Immagini tratte da “Il colore del melograno”, film diretto da Sergei Parajanov, URSS 1968.